nuovo regime visivo

Un nuovo regime visivo: Gianni Canova e la realtà virtuale

Un nuovo regime visivo: Gianni Canova e la realtà virtuale


Immagine sintetica, realtà virtuale e simulazione. Gianni Canova ci illustra le conseguenze di questo nuovo regime visivo:


1. Immersività:

Lo spettatore […] è indotto e sollecitato a praticare un’immersione totale dentro un ambiente tridimensionale.

2. Interattività:

Nella realtà virtuale lo spettatore non si limita ad assistere a eventi decisi e creati da altri, ma contribuisce direttamente a determinarli, diventando in qualche modo “coautore” degli eventi che vi si svolgono.

3. Proteiformità:

L’immagine sintetico-virtuale si muta e si trasforma incessantemente sulla base di programmi la cui complessità è pressoché inesauribile. Tutto può prendere forma sullo schermo, tutto è infinitamente instabile, indecidibile e deformabile.

4. Faticità:

Il motore della comunicazione non è più l’urgenza di un contenuto da esprimere, come nella classica teoria dell’informazione di Shannon e Weaver, ma la stessa funzione comunicativa. La virtualità inverte il rapporto fra il “qualcosa da dire” e “l’atto del dire” conferendo a quest’ultimo il primato.

5. Connettività: 

La realtà virtuale è geneticamente predisposta all’interconnessione comunicativa nella forma di rete. [Il cyberspazio è ] un’ambiente interattivo virtuale generato dal computer, il cyberspazio configura una sorta di mondo parallelo in cui il flusso comunicativo non è più determinato dai grandi centri di emissione e da poli di sola ricezione, ma circola orizzontalmente all’interno di comunità virtuali in cui i singoli partecipanti spesso definiscono la propria identità proprio sulla base dell’appartenenza ad una certa rete comunicativa.

6. Plurisensorialità:

La virtualità sancisce la fine del primato dello sguardo e prospetta uno scenario percettivo in cui un ruolo sempre più decisivo è svolto dall’udito e dal tatto (guarda Tamàs Waliczky, The Forest). Questa è caratteristica fondamentale del nuovo regime visivo.

7. Simultaneità:

La virtualità visualizza l’immagine nel suo farsi, mostra il suo processo di generazione e sviluppo. Mentre l’immagine cinematografica mostra sempre ciò che è già stato […], l’immagine virtuale mostra ciò che sta accadendo, in un flusso temporale ondeggiante e reversibile, soggetto in ogni istante alle scelte e alle decisioni dell’utente.

Comments 2

  1. I know this if off topic but I’m looking
    into starting my own blog and was wondering what all is
    required to get set up? I’m assuming having a blog like yours would cost a pretty penny?
    I’m not very web smart so I’m not 100% sure. Any
    recommendations or advice would be greatly appreciated.
    Thanks

    1. Post
      Author

      Hi, a blog like this one isn’t expensive as you think. There are themes that allow you to set up the work and make it easy. If you want to know more, write us an email to: info@roule.it.
      Thanks for comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *